Il lavoro ideale per una donna

Il miglior lavoro per una donna

Tempo fa mi è capitato di chiedermi quali sono le caratteristiche che avrei voluto trovare nel mio lavoro ideale, come donna e soprattutto come mamma.

Ne ho trovate 6 che per me farebbero davvero al differenza nello stile di vita che vorrei adottare all’interno delle mie giornate, del mio modo di pensare e del risvolto psicologico positivo che inevitabilmente avrebbe su di me.

Ve le racconto:

  1. Non dover rinunciare alla vita personale e famigliare per avere l’opportunità di fare carriera

Per me la realizzazione in campo lavorativo è una parte davvero significativa nel sentirmi appagata e soddisfatta di me stessa, ma purtroppo in molti lavori se vuoi fare carriera ed evolvere professionalmente, sai per certo che dovrai mettere da parte la tua famiglia ed il tuo essere prima di tutto una mamma.

Sai che dovrai rinunciare a seguire i progressi a scuola del tuo bimbo e la possibilità di aiutarlo con i compiti e con la sua crescita personale, sai che probabilmente sarai spesso via o tornerai tardi e ti perderai le sue partite, le sue gite, i pomeriggi con gli amichetti e i gelati al parco.

Sai che dovrai scegliere e probabilmente non avrai il supporto del tuo compagno, perché magari anche lui sarà impegnato a “portare a casa la pagnotta” oppure semplicemente non desidera avere accanto un donna manager tutta tailleur e ventiquattrore, ma gli basterebbero jeans, scarpe da ginnastica ed un bel sorriso.

 

  1. Non dover sottostare ad ordini e direttive insensate o frenetiche di qualcun altro

Spesso mi capita di pensare che i ritmi ed il metodo di lavoro che mi è stato imposto non fanno per me. Spesso non viene nemmeno considerato da parte dei nostri superiori qual è il nostro stile, il nostro tipo di persona: c’è che è motivato da obiettivi, che è spinto ad agire solo sotto minaccia e chi è spinto dalla costruttività.

Io sono una di quelle persone, sono motivata dal ciò che è positivo e risolutivo, non di certo da continue critiche e pressioni a velocizzare ed essere solo e sempre performante.

Mi  è capitato di pensare che se dipendesse da me prenderei decisioni diverse, gestirei le persone in modo diverso e sceglierei un mondo differente per me stessa e per gli altri.

 

  1. Non essere trattata in modo insolito perché sono una donna

Quando si lavora a lungo in un ambiente maschile, si ci rende conto di quanto siano ancora molto consueti alcuni tipi di discriminazioni. Non parlo solo dal punto di vista dello stipendio, dove comunque, è un dato di fatto che le donne vengano pagate meno dei loro colleghi uomini, ma parlo proprio a livello di atteggiamento degli uomini nei confronti di una collega donna.

Mi sono resa conto che o non si viene mai veramente prese in considerazione, perché siamo sensibili, emotive e lunatiche o, se vuoi giocare al loro stesso tavolo, devi snaturarti, diventare più dura e più cinica del più tosto dei manager, devi conquistarti i tuoi consensi con le unghie e con i denti, mentre basterebbe semplicemente sfruttare o, meglio, far fruttare quelle caratteristiche che ci rendono speciali:

la capacità di essere flessibili, di gestire i problemi sul momento, di entrare in empatia con gli altri…

 

Già per riuscire a trovare un lavoro che soddisfi i primi 3 requisiti risulta chiaro che dovrei mettermi in proprio, ma questo è proprio ciò che porta al prossimo punto:

 

  1. Non avere dei costi di avviamento che mettono in pericolo la mia stabilità finanziaria

Pochissime attività permettono di avere delle basse barriere d’entrata  e costi di gestione modici. Ne so qualcosa grazie alla recente esperienza del mio compagno che aveva un’attività in proprio bellissima, ma che comportava un sacco uscite:

le tasse, l’affitto, il costo dei dipendenti, i prodotti, il commercialista, la pubblicità…

Devo dire che poi con la corrente legislazione viene davvero voglia di lasciar perdere.

 

  1. Aver la possibilità di viaggiare e lavorare ovunque mi trovi

Questo per me è una delle caratteristiche più importanti del mio lavoro ideale. Odio il pensiero di poter lavorare e quindi guadagnare, solo se sono circondata da un determinato tipo di pareti, servizi e luoghi.

Trovo assurdo che nell’era dominata da internet ci si debba ancora limitare a luoghi fisici per esercitare la propria attività o quanto meno la considero decisamente un’opportunità sprecata.

 

  1. Divertirmi, appassionarmi e crescere personalmente grazie al mio lavoro

E questo è il mio desiderio finale, il sogno di tutti: vivere di ciò che amiamo e che ci appassiona.

Ci aggiungo anche la crescita personale perché sono una donna che ama le novità, ama sfidarsi e migliorarsi continuamente, sono molto curiosa di conoscere e sapere qualcosa che può arricchire e migliorare la mia vita, non voglio solo rimanere seduta alla scrivania a fare le sempre le stesse operazioni ripetute nel tempo,

penso che mi si atrofizzerebbe il cervello!

 

Dopo aver fatto questo elenco, il sapore dolce che sentivo sotto la lingua per aver permesso a me stessa di sognare così liberamente era forte e mi faceva venire l’acquolina in bocca, così ho cercato, studiato, mi sono informata e ho domandato…

e ho trovato ESATTAMENTE ciò che fa per me, ciò che mi sento cucita addosso come un abito sartoriale e, potete starne certi, combatterò per realizzare tutto questo.

Come fare il networker part-time

il networker part-time

Quando ho iniziato l’attività di networker, ho scelto di associarla al mio lavoro tradizionale: all’inizio, infatti, non è assolutamente necessario abbandonare il proprio mondo e le proprie certezze per intraprendere un nuovo progetto.

Ciò che farà la differenza, infatti, sarà la nostra passione e la nostra autodisciplina nell’organizzare la giornata in modo adeguato, focalizzandoci all’ottenimento di una crescita ed un miglioramento continuo.

Reduce da un’esperienza negativa in questo settore, ho erroneamente pensato di dover studiare e conoscere tutto ciò che mi era umanamente possibile prima di iniziare, ma questo non ha fatto altro che bloccarmi in un limbo, un loop mentale che andava a smorzare ogni tentativo d’azione per paura di sbagliare.

La paura di sbagliare è potentissima nella nostra mente. Il pessimismo e l’insicurezza giocano un ruolo fondamentale nell’influenzare le nostre decisioni.

Per questo, come dico spesso nei miei video su YouTube, MI SONO BUTTATA. Sono salita sulla scogliera ed ho smesso di guardare impanicata i miei piedi sul bordo, smesso di pensare se sarebbe stato doloroso l’impatto con l’acqua, smesso di farmi paralizzare dalla paura del vuoto. Mi sono tuffata e basta.

D’altronde lo dicono anche i grandi guru del marketing che hanno coniato lo slogan della Nike: JUST DO IT!

Bene, a questo punto vorrei condividere 5 consigli per migliorare la propria autodisciplina:

1. L’azione è nulla senza la motivazione:

essere emotivamente coinvolto e sempre connesso con il tuo obiettivo ti aiuterà a perseguirlo con costanza e convinzione.

2. Inizia la giornata con un esercizio di visualizzazione:

un’abitudine estremamente efficace per legarsi emotivamente al proprio obiettivo, è pensare a ciò che vogliamo raggiungere come se l’avessimo già conquistato. Viviamo le sensazioni che regala dentro di noi, per motivarci ogni mattina.

3. Non farti distrarre > fai per prima cosa il tuo lavoro:

dedicati prima di tutto alle cosiddette MMA > le Money Making Activities, ciò che devi fare ogni giorno per per portare avanti con successo e profitto la tua attività di networker. Solo dopo potrai rispondere alle richieste del mondo (messaggi, Whatsapp, Facebook, ecc).

4. Dividi le attività in blocchi di tempo:

dato che la condizione essenziale per essere un buon networker è l’operosità e quindi ogni giorno avrai da fare qualcosa (post, letture, contatti, training…) è meglio pianificare ogni attività in blocchi di tempo. Questo tipo di organizzazione è particolarmente importante se l’attività di networker è secondaria ad un lavoro tradizionale.

5. Impara a ricompensarti:

come dico spesso, dobbiamo prenderci cura del nostro bambino interiore, ricompensandolo e gratificandolo ogni volta che siamo riusciti ad essere disciplinati. Datti una bella pacca sulla spalla virtuale ogni volta che raggiungi un piccolo traguardo!

 

Per il resto, il mio miglior consiglio in questa attività è DIVERTITI:

sfrutta quest’opportunità per fare nuove amicizie, goditi la gioia di poter avere uno stile di vita più libero, trai soddisfazione dalla sensazione di fare qualcosa per te stesso, usa gli insegnamenti per diventare una persona migliore e non dimenticare mai di prenderti cura di te stesso: l’azienda con la quale collabori di certo di offrirà l’occasione di accedere in modo semplice e conveniente a prodotti o servizi che potranno migliorare il tuo stile di vita.

 

Troverai questo articolo riassunto anche nel mio video!