Il mio progetto insieme a voi

libertà

Desideravo la libertà, ma ero stufa di sentirmela proporre di continuo, ero stufa di farmi prendere in giro da opportunità fasulle e soprattutto ero stufa che mi dicessero cosa fare senza nemmeno averne la competenza.

Ho capito che i miei tentativi, i miei errori, la mia ricerca era semplicemente un percorso che mi ha preparato a trovare “quello giusto”, proprio come quando si cerca il fidanzato e quando lo trovi ti si illuminano gli occhi e senti le farfalle nello stomaco.

 

Devo dire che se non avessi già conosciuto il mondo del network marketing, studiando nuove tecniche e strategie online e mettendole in pratica ogni giorno, oggi non sarei qui con questo nuovo progetto. Se non mi fossi bloccata di fronte a certi ostacoli e trovato non poche difficoltà, ora non sarei stata in grado di riconoscere esattamente cosa voglio da un’opportunità di business e cosa invece potrebbe renderlo un sogno per pochi.

 

Sono sicura che lì fuori ci sono tantissime ragazze, donne e uomini che hanno provato almeno una volta a percorrere questa strada senza successo o che tergiversano tra la decisione del restare o del mollare.

E sapete perché?

Ora l’ho capito… tanti non sanno COME si fa, ma in modo reale, autentico e sostenibile, non con stupidi sotterfugi dal sapore di spam, frasi fatte ed atteggiamenti forzati che ci fanno mettere tutti sull’attenti.

Il conformismo non è un metodo, è la creazione di una matrice.

 

Ma passiamo al sodo:

Ho cercato un settore che si addicesse a me perfettamente, qualcosa che mi sta a cuore ed in cui credo, qualcosa che farei anche se non fosse il mio lavoro e che quindi mi permette di potermi esprimere in modo sincero e genuino.

Io amo prendermi cura di me stessa e condividere ciò che mi appassiona, ma se dovessi fare tutto questo solo per me stessa non avrebbe lo stesso sapore. Ora che ho l’opportunità di condividere questo mondo con tutti coloro che hanno voglia di migliorare la loro salute (in senso lato, perché ovviamente on solo un medico), la loro forma fisica ed il loro aspetto.

Ma non solo, ho soprattutto l’opportunità di condividere ed insegnare tutto ciò che ho imparato e che ho messo in pratica in prima persona, con chi cerca la sua opportunità, dalla casalinga che vuole un’occupazione, alla mamma che cerca una fonte di guadagno, all’impiegata che sogna un modo per riscattarsi, all’aspirante influencer che non riesce a sfondare, al ragazzo appassionato di fotografia, al giovane con spirito imprenditoriale, alla studentessa che ha bisogno di mantenersi gli studi, all’appassionata di cucina o skincare o makeup o fitness che vorrebbe monetizzare il suo profilo, ecc…

 

Attenzione!

Non vi sto dicendo che il solo fatto di avere una passione o una dote vi permetterà di arricchirvi, ma di certo vi aiuterà a crearvi una Community di persone interessate ai vostri contenuti e che vogliono ascoltare quel che avete da dire. Per questo creare il proprio personal brand è così indiscutibilmente importante quando si vuole condividere con i propri seguaci un prodotto o un’opportunità di business. E’ ciò che vi rende unici, credibili ed efficaci.

 

Il mio impegno e la mia dedizione a questo progetto sono altissimi e lo saranno anche nei vostri confronti nel momento in cui deciderete di unirvi, per questo l’unica cosa che vi chiedo è di contattarmi solo e soltanto se avete intenzione di impegnarvi nel costruire il vostro futuro, il vostro piccolo-grande business nel settore più trainante ed innovativo del momento.

 

Credo che la vera ricchezza stia nella CONDIVISIONE, per questo lancio il mio messaggio in rete e chi lo vuole accogliere è il benvenuto nel mio TEAM.

 

Se hai bisogno di maggiori informazione ti invito a leggere la Home Page di questo sito, le pagine dedicate al mio Progetto e al Business Online oppure a contattarmi su Facebook, Instagram o attraverso il mio form di Contatto.

 

Come trovare l’idea killer per rendersi unici

Trovare l’idea killer per rendersi uniciIeri stavo parlando con una ragazza che mi ha chiesto una mano per crescere sui social, allargare la sua cerchia di followers e sviluppare il suo personal branding, perché ormai vede questo mondo già troppo colmo di mamme e donne che promuovono il loro “Ho perso 20 kg chiedimi come”.

Ho trovato questa sua osservazione davvero mirata e pungente e tralaltro riflette il mio pensiero. Non fraintendetemi, non ho nulla contro le persone che decidono di raccontare sui social come hanno fatto per rimettersi in forma, perché anch’io racconto che prodotti uso, quel che mangio, quali sport provo e sono sempre alla ricerca di novità ed idee.

Ma mettiamoci dalla parte di chi scorre il newsfeed: tu da chi saresti attratta?

Da centinaia di persone molto simili, con lo stesso post in sponsorizzazione, che consigliano le stesse cose, che postano foto di colazioni o barattolini di vario genere, selfie di visi sorridenti con frasi motivazionali famose o da una foto che ti porta nel mondo di chi l’ha scattata ed una caption che ti racconta qualcosa?

 

All’inizio sì, era così: lo stile “Happy&Healthy” era qualcosa di nuovo, che ti metteva di buonumore, che ti incuriosiva, ma adesso è troppo visto per poter continuare a reiterare questo modello.

Hai mai seguito Madonna? Ok, non è l’esempio più moderno del secolo, ma è molto calzante per qualcuno della mia generazione: il suo segreto è stato essere camaleontica, è rimasta sulla cresta dell’onda per così tanti anni perché ha saputo trasformarsi ed adattarsi alle mode del momento, spesso anticipandole.

 

Ora, non ti chiedo di inventarti nulla di nuovo, ma se vuoi emergere dalla massa nel 2019 DEVI CREARE LA TUA UNICITA’.

 

Per questo voglio condividere qui il consiglio n.1 che do a tutte coloro che vogliono iniziare un’attività online, di qualunque genere sia. Che tu voglia fare la Networker, l’Influencer, la Brand Ambassador, la Blogger, la Vlogger, la YouTuber, la Content Creator, l’Affiliate Marketing o non so che altro… ti consiglio di prenderti un attimo di tempo e mettere nero su bianco le risposte a queste domande:

 

1.Chi sei?

Sei una mamma, una studentessa, una modella, una cuoca, una viaggiatrice, una sportiva, una make up artist, un’impiegata con un sogno nel cassetto? Non importa se non sei una strafiga dalla vita patinata, tu sei unica e meravigliosa, devi solo imparare a comunicarlo.

2.Cos’hai di speciale da offrire?

Deve trattarsi di qualcosa che già conosci, che fa parte di te. Qualcosa che pian piano è andato a costruire il tuo bagaglio di conoscenze e competenze, per lo più per interesse personale. Possono essere anche degli aspetti caratteriali o esperienze del tuo passato che ti hanno resa la donna che sei oggi.

3.Cosa ti appassiona?

Questa è una domanda cruciale. Solo se incentrerai il tuo business su qualcosa che ti appassiona, riuscirai a portarlo avanti nel tempo, a superare i momenti di down dove vorresti mollare tutto e nasconderti. Solo la passione ti porterà a bucare lo schermo, perché gli altri te la leggeranno in faccia e si lasceranno coinvolgere da te e dalla tua genuinità.

4.Per cosa ti apprezzano gli altri?

Hai mai provato a chiederlo? Ti assicuro che saltano fuori delle risposte geniali e spesso inaspettate, che ti faranno guardare te stessa con occhi doversi. Hai mai dato consigli a qualcuno? Per quali aspetti di te ricevi più complimenti? Cerca di fare mente locale e usare e valorizzare quello che hai.

Io chiamo questo passaggio “DIVENTARE UNA #GIRLBOSS” , non una brutta copia di qualcuno che ha più personalità di te, solo perché TU pensi di non averne altrettanta. Non sarai ma uguale, non sarai mai altrettanto brava in qualcosa in cui eccelle un’altra persona, perché tu sei tu e ti esprimerai a modo tuo, in ciò che ti piace, con il tuo stile di vita e con il tuo modo di parlare.
Ispirarsi e copiare sono due cose molto diverse.
Quindi lascia stare cosa penserebbero le persone di te se uscissi dal tuo guscio, cerca di capire cosa vuoi ed insegui il tuo sogno. Mettici tutto quello che hai: il tuo impegno, il tuo tempo libero, le persone di cui ti circondi, il modo in cui tratti te stessa ed il tuo corpo e soprattutto la direzione dei tuoi pensieri. 
Sono sicura che se combinerai duro lavoro, creatività e determinazione, la magia inizierà a succedere anche per te.
Il resto, lo possiamo imparare insieme.

 

Il fallimento è stato la chiave del mio successo

failure & successTiro la riga dell’ultimo anno del mio percorso online. Un percorso fatto di passi, in cui i piedi continuavano a muoversi uno dietro l’altro, inseguendo un traguardo che non potevo vedere. Ogni percorso è un’alternarsi di giorni di motivazione ed altri di sconforto, giorni in cui ti chiedi il senso di tutto ciò che stai facendo ed altri dove prendi una direzione, dove smetti di lamentarti e decidi di prenderti una cavolo di responsabilità verso te stessa, anzichè rinunciare.

Il mio anno è stato segnato da grandi momenti di nebbia, confusione e parole a vanvera… di tutti quelli che ti chiedono di seguirli, che ti dicono cosa fare, che vogliono insegnarti qualcosa e, inevitabilmente, cambiarti un po’.

Ma il fatto è che tutto inizia dal SILENZIO.

Quel silenzio che senti solo tu, quello che precede la nascita di una nuova idea, che deve vivere e nutrirsi di te, del tuo tempo, della tua perseveranza e della tua speranza. Le idee funzionano se rinizi ad usare l’immaginazione, a vedere quello che non c’è e a crederci con tutte le tue forze.

Sono poche le volte in cui ci ricordiamo che I SUCCESSI SONO DEI PROCESSI, fatti da dubbi, sconfitte, sudore, rabbia e tanti, tantissimi ERRORI.

Non sarei dove sono ora se non avessi fatto una montagna di errori.

Ho iniziato la mia carriera online come Networker , un lavoro che mi ha insegnato tantissimo e mi ha aperto le porte ad altre grandi ed appassionanti occasioni, che sto iniziando a sviluppare solo ora.

Ma proprio perché l’ho vissuto, ho sbagliato, ho studiato, ci ho provato e sbattuto la testa per parecchio tempo, ora so cosa funziona e cosa no.

 

Anch’io ho fatto gli stessi errori che ora rivedo spesso sui social:

ho reso il mio profilo una vetrina di prodotti, ho smesso di parlare di me per postare solo ciò che facevo ed avevo da offrire, ho iniziato a spammare le persone con messaggi e proposte, ho chiesto amicizia a persone che non conoscevo, ho snaturato il mio profilo privato anziché aprirmi una pagina, ho smesso di ascoltare e parlare con le persone, pensando solo a vendere, ho perso amicizie (vere o meno) a causa di discorsi monotoni e poco interessanti, mi sono definita da un giorno all’altro chi non ero davvero (una coach, una mentore, un’esperta…), ho ascoltato senza riflettere chi era più in alto, senza ricalcare i consigli su di me, il mio modo di pensare, di vivere, di ESSERE.

E sapete qual è l’errore più grande di tutti?

Pretendere fin da subito di essere “qualcuno”, di essere credibili,  solo perché abbiamo preso una nuova strada.

“SCEGLIERE” NON SIGNIFICA “DIVENTARE”.

 

Come possiamo pretendere di saltare il percorso? L’esperienza, la gavetta, l’imparare, il vivere le cose sulla propria pelle… come se io fossi uscita dall’università e avessi potuto lavorare in qualità di Marketing Manager fin dal mio primo impiego. Mi ci son voluti 10 anni e parecchi studi aggiuntivi, altro che università…

Purtroppo non funziona così, nemmeno online dove le carriere sono più rapide e tutto è tecnicamente meno impegnativo di un lavoro tradizionale. Lo pensavo anch’io, lo ammetto, ma in fin dei conti sono molto, ma molto felice che sia così.

Sai perché?

Perché nel frattempo ho potuto innamorarmi del PROCESSO.

QUEL PROCESSO CHE, MENTRE LO COSTRUITE, VI COSTRUISCE.

 

Alla fine in 6 mesi ho cresciuto la mia base followers da 2 a 20 K (nonostante non sia nulla per chi vuole fare il mio lavoro, ma non li ho comprati), ho aperto una fan page, creato il mio blog e gestito un canale YouTube, ho iniziato a scrivere per terzi e a collaborare a progetti ambiziosi. Poco tempo fa mi sono potuta mettere in proprio ed usare la metà del mio tempo a seguire corsi in inglese ed iniziare a produrre i miei contenuti.

Per questo oggi sono fiera e molto felice di poter condividere con chi sta cercando la sua possibilità di sfondare nel settore del Network Marketing, tutto ciò che ho imparato e messo in pratica ogni santo giorno fino ad oggi:

il mio primo ebook “SOCIAL MEDIA NETWORKING”

una guida semplice e completa per iniziare a sviluppare la vostra attività imprenditoriale sui social meda o renderla davvero efficace e proficua nel lungo tempo.

In 27 pagine ho raccolto tutto ciò che dovete sapere per iniziare o per alzare l’asticella, perché so bene quanta mancanza di formazione, informazione e confusione ci sia là fuori, quante volte i nostri sponsor o la nostra upline ci lascino senza indicazioni precise oppure ci insegnano tecniche poco efficaci e anche poco piacevoli da mettere in atto.

Vi ho lasciato anche alcuni esempi pratici e concreti da seguire e personalizzare in base alla vostra attività e personalità e se ancora qualcosa non è chiaro, contattatemi, sarò felice di darvi qualche consiglio, nell’attesa dei prossimi video corsi 😉

 

eBook “Social Media Networking” a cura di Manuela Fantini

Una guida semplice e completa per iniziare a sviluppare la tua attività imprenditoriale di Network Marketing sui Social Media. In 27 pagine ho raccolto tutto ciò che devi sapere (e che spesso nessuno ti dice) per rendere il Multi Level Marketing una fonte di reddito concreta e duratura nel tempo. Troverai spiegate le migliori e più moderne strategie online che ho imparato dai miei mentori americani, insieme ad esempi pratici, script e to do giornalieri, da mettere in pratica fin da subito per mettere il turbo a questa incredibile opportunità.

€19,90

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Cambiare vita lavorando sui social

Healthy Lifestyle AmbassadorOrmai parlo con tantissime persone online ogni giorno, amo connettermi con voi, sapere della vostra vita, dei vostri sogni, scambiarci idee e pareri. E direi che dopo 6 mesi di chiacchiere quotidiane mi sono fatta un’idea piuttosto precisa di ciò che le persone, in media, si aspettano di ottenere in particolar modo dal loro profilo Instagram.

Io lavoro soprattutto lì e lo amo follemente, non l’ho mai nascosto, per l’incredibile overdose di belle foto, le tante opportunità di lavoro, l’atteggiamento diverso della gente rispetto a Facebook, l’avete mai notato? Più aperto, più partecipativo, più curioso, più entusiastico.

Certo, lavorare su Instagram non è semplice, crescere il proprio seguito e parlare di qualcosa di interessante in modo unico non è scontato e nemmeno immediato, ci vuole tantissima passione e dedizione, ma è tranquillamente fattibile e molto molto gratificante.

Io mi sono ritrovata in una situazione curiosa, quella che racconto sempre quando mi chiedono “Ma come hai fatto?” (premettendo che per me la strada è ancora lunghissima e sono solo all’inizio…).

Io ho iniziato a lavorare seriamente sui social quando ho deciso di diventare una networker professionista, costi quel che costi, soprattutto in termini di tempo e fatica (e vi assicuro, è necessario fare una bella scorta di pazienza!).

Nel tempo ho iniziato a studiare, provare, informarmi, fare training, sperimentare, guardarmi intorno e mi sono fatta un’idea molto chiara di ciò che funziona online e ciò che non funziona più.

Il venditore tradizionale, ad esempio, quello che ti presenta il suo prodotto e le sue mirabolanti proprietà, non interessa più molto (a me per prima). Di certo si hanno buone possibilità di raccogliere qualche ordine da parte di chi già stava cercando qualcosa che facesse al caso suo, ma rimane un “one shot”, una pesca grossa senza continuità nel tempo, senza una fidelizzazione delle persone a te ed al tuo brand.

Parlo di brand, ma non mi riferisco al prodotto, IL TUO BRAND SEI TU, tu con la tua vita, il tuo modo di parlare, le tue abitudini, ciò che ti piace e ti fa star bene. Questo è il Personal Branding, la strategia ad oggi più valida per crearsi un futuro online solido e duraturo.

In fin dei conti, non differisce molto dal fare il Brand Ambassador o l’Influencer, proprio per questo io mi definisco una “Healthy Lifestyle Ambassador”. Se io, prima di tutto come persona, sono riuscita a conquistare altre persone, allora queste persone saranno anche ben disposte ad ascoltare ciò che ho da dire e quel che ho da offrire, no?

Ricordatevi che LE PERSONE COMPRANO ALTRE PERSONE nella stragrande maggioranza dei casi e, a mio parere, è il modo che amo di più per acquistare qualcosa.

Vi è mai capitato, ad esempio, di seguire qualcuno online e con il passare dei mesi cominciate sempre più a voler sapere della sua vita, di che marca sono i suoi vestiti per poterli mettere anche voi, che trucchi usa, che libri legge, dove ha arredato casa sua, cosa mangia, cosa fa per tenersi così in forma, ecc…?

A me è successo proprio così, per questo mi sono approcciata a questo mondo: sono rimasta affascinata, ipnotizzata da qualcuno e dal suo stile di vita, esattamente lo stile di vita che volevo avere io.

Non posso fingere di non essere chi sono realmente, sono una ragazza di 34 anni con i cassetti del comodino stracolmi di sogni, sono una mamma che vuole godersi il suo pupo perchè questi 6 anni sono volati troppo velocemente e mi piange il cuore a pensarci, sono una moglie che vuole accogliere il suo uomo alla sera serena e orgogliosa, non come prima, dove portavo in casa tutto lo stress e la frustrazione di una giornata di lavoro.

Per fare questo, lavoro sodo, tengo duro ad ogni giornata no, pensiero negativo e aspettative insoddisfatte, sono disposta a sacrifici e rinunce, non importa, secondo me NULLA CHE VALGA DAVVERO LA PENA E’ RAGGIUNGIBILE FACILMENTE, perchè io guardo là, guardo più avanti, guardo al mio obiettivo.

Questa è una delle ragioni principali per le quali dico spesso che il lavoro da networker non è per tutti, questo genere di approccio è più che necessario, è VITALE, soprattutto all’inizio, quando sarai solo tu a doverti motivare, quando capisci che come ogni altro lavoro, ti devi dare il tempo necessario per migliorare ed imparare e non ce n’è uno standard.

Ma quando si fa un bilancio del tempo che molti di noi già spendono sui social, non posso fare a meno di dirmi “Ma perchè no?”, perchè non devo avere la possibilità di monetizzare il tempo che già uso per fare delle foto, curare il mio profilo, trovare delle caption accattivanti, scorrere il mio newsfeed, contattare altre ragazze… ma perchè no?

Se mi dà la possibilità di restare me stessa, di non stravolgere la mia vita ed il mio profilo (secondo la filosofia che ho descritto prima), ma di avere uno scopo in tutto ciò che faccio, non solo, ad esempio, per mostrarmi bella, intelligente o sensuale come spesso capita per molti profili, ma per qualcosa di più, qualcosa di meglio: ISPIRARE ED AIUTARE LE ALTRE PERSONE.

Sembra una stupidata altruistica, ragazzi, ma è la verità: se ci pensiamo, molte delle cose che facciamo, che sappiamo o che impariamo possono essere d’aiuto o d’ispirazione per gli altri e allora perchè non condividerle?

Io, ad esempio, dopo anni di patimenti nel confronti del mio rapporto col cibo, ho finalmente imparato ad alimentarmi ed ho fatto pace con la bilancia e col frigo, perchè non ne dovrei parlare? Son una persona molto curiosa e mi informo tantissimo, amo fare corsi e leggere, da lì ho iniziato a condividere ciò che apprendo e che ricerco sul mio blog, perchè non lo dovrei condividere? Ho imparato come lavorare sui social per crearmi una seconda entrata, perchè non dovrei spiegarlo agli altri?

Ed è proprio così, è così che è nato il mio TEAM, un gruppo di persone che hanno deciso di fare la differenza nella propria vita ed in quella degli altri e se anche a te si è accesa una lampadina leggendo questo articolo, se anche tu hai pensato “Come mi piacerebbe”, sappi che ogni mese ci sono posti liberi per diventare anche tu una Healthy Lifestyle Ambassador e costruire la tua attività sui social 😉

Come guadagnare sul web

image1

Ultimamente incontro tantissimi annunci di lavoro, pubblicità e post sponsorizzati sui social che promuovono lavori online di vario tipo.

Io consiglio sempre di stare alla larga da tutti quei siti e quelle aziende che promettono guadagni fantasmagorici grazie ad Internet, premendo solo un tasto sulla tastiera del computer o poco più.

È assolutamente possibile riuscire ad arrotondare il proprio stipendio sfruttando le proprie passioni ed il proprio tempo libero in rete, ma se si vuole iniziare a guadagnare seriamente sul web, bisogna lavorare e lavorare sodo.

Alcune attività in Internet, se ben condotte, possono portare a guadagni pari ad uno stipendio medio e anche di più, ma, vi avverto, solitamente bisogna avere molta pazienza e dedizione.

Sicuramente i lavori più desiderati e popolari al momento sono:

  • la fashion blogger
  • l’ influencer
  • lo youtuber

ma cerchiamo di essere realistici:

di Chiara Ferragni ce n’è una sola ed ha dovuto lavorare sodo al suo blog, TheBlondeSalad.com, per quasi 10 anni per passare da emerita sconosciuta a best blogger of the year, con oltre 15 milioni di followers su Instagram, ad oggi.

Certo, lei stessa ha dichiarato di aver iniziato tutto per hobby: le piaceva la fotografia, aveva un guardaroba ed un gusto per la moda di tutto rilievo ed un fidanzato, all’epoca, laureato in marketing che l’ha indirizzata sulla giusta strada, ma non crediate che si sia limitata a farsi scattare belle foto!

Per quanto riguarda gli influencer, invece, per lo più sono rappresentati da personaggi pubblici, che quindi hanno potuto aumentare il numero dei loro followers piuttosto rapidamente, grazie alla visibilità mediatica di alcuni programmi televisivi, primo fra tutti: Uomini e Donne . Ma vi invito, invece, a riflettere su quanti anni ci vorrebbero ad una persona comune, con talento per la fotografia, ad accumulare 100k followers, senza utilizzare bot o acquistarli!

 

Bene, quindi non c’è speranza per noi comuni mortali?!?

Ma certo che sì…

 

Io sono sempre stata totalmente affascinata da questo mondo, pieno di bellezza e di ricchezza. Ho sempre desiderato lavorare sfruttando le mie passioni, ottenere una seconda entrata grazie ad Instagram e Facebook, che già usavo per condividere il mio stile di vita e tutto ciò che amo.

Ma avevo incontrato due problemi:

  1. volevo farlo in un modo semplice e veloce , senza aspettare di avere migliaia di followers o scrivendo un blog per anni
  2. non sapevo esattamente cosa fare e come farlo

 

Fino a quando cercando, raccogliendo informazioni e guardandomi in giro, ho trovato la soluzione che mi ha completamente ribaltato la vita!

Non voglio annoiarvi parlandovi nello specifico di cosa significhi fare la networker, ma vi voglio descrivere cosa rappresenta PER ME… cosa faccio in poche parole!

Io sono semplicemente ambasciatrice di uno stile di vista sano (e da questo il titolo very cool della mia grafica per il post 😉 ), quello stile di vita che ho imparato ad adottare grazie ad un programma alimentare che ha totalmente cambiato il mio rapporto con il cibo e con il mio corpo.

Ma non solo: come si suol dire, ho “passato il favore” ed ho insegnato a chi lo desiderasse, come fare questo tipo di lavoro.

Così ora sono circondata da una stupenda Community di donne con cui condivido ricette, consigli, esperienze, risultati, dubbi e traguardi ed un Team eccezionale di mamme che hanno deciso di fare la differenza nella loro vita professionale e privata, gestendo al meglio il loro tempo e le loro capacità.

Se anche tu sei come noi, ma non sai come fare o hai ancora tanti dubbi che vorresti chiarire, scrivimi! Sarò felice di raccontarti la mia storia e renderla la tua♥️

My Top 3 Internet Recruiting Strategies

Ice Cream Party

Internet Recruiting Works!

Definitely, Internet recruiting is one of the most effective network marketing strategies ever!

I’m not just talking about Prospecting via Social Media, but Marketing Strategies as well, such as Branding Strategies, Advertising, Facebook Fan Pages, Videos, Email marketing, etc.

In particular, I’ve found out that all top-earners in this industry apply a specific type of Internet Marketing, called “Attraction Marketing” which is focused on building a loyal Following online and creating a trusted Brand, where people will literally buy anything you recommend, because they know, like and trust you.

By the way, over my years as a Network Marketer, I was never suggested by my upline to build successful network marketing business using the Internet, it seems like most leaders maintained the belief that it can’t be done easily and efficiently, referreing at it as a “plus”, an appendix to the “good, traditional, old style method”.

So why Internet Top Earners, who had built their organizations partially or entirely online, were recognized for their success and demonstrated that network marketing can be done using the internet?

So, I actually didn’t mind about what my upline said and started to study and put into practice those Attraction Marketing strategies

I’m gonna share with you my top 3 Internet Strategies that are actually used to build Network Marketing Businesses today!

Strategy 1  >  Social Media Prospecting

This strategy is an approach which will seem pretty familiar, because it’s prospecting as we’ve always done it, but with an online perspective.

Now prospecting on social media is NOT “Internet marketing,” however it’s still recognized as very incisive!

This is the process I’m teaching to my team, after their warm market list runs out:

1) SEARCH

Use Facebook Search to find ‘friends of friends’ who live locally (at least to start with).

There are a few reasons for doing it this way…

First of all, Facebook allows you to directly message ‘friends of friends’ so that your message goes into their main inbox, instead of the “other” inbox, which most people don’t even know exists. (I didn’t know either, prior to this).

Secondly, you start with local, because it will allow you to eventually meet face to face with them to form a more powerful personal connection.

2) QUALIFY

Next, you take a minute to look at their profile and identify key interests that relate with you personally, your business or your products. You are also looking for more subtle things, like are they smiling in their pictures? Are they outgoing? Do they seem to be a positive person?

Bear in mind, you are prospecting, but you are also qualifying them.

For example, an  interest in CrossFit or Yoga indicates an interest in health and wellness and that might match with your company’s products.

3) MESSAGE

Then you write your first message to them, which follows a kind of standard prospecting approach.

You can come up with a little script, but each message should be tailored to them specifically. This message will mention friends you have in common. You mention that you’re a recruiter for a “health & wellness company” or whatever the niche is, you’re “expanding in the area” and you ask if they are “open to earning extra money?”

I mean, it’s like throwing the ball in the air and see if they swing back at it…

But, please, DON’T copy/paste messages with links to sign up for your opportunity! That is totally not effective and it’s considered SPAM by Facebook.

In this initial message, you aren’t giving them any info or links. You are simply trying to get them to express an interest.

4) BOOK

If they answer, book a face to face meeting, on Messenger, Skype or on the phone. You just let them know that details are better explained in person and, “if we were to work together, it’s a good opportunity to see if we would like each other! ;-)”

At this point, if they meet with you, hopefully your company or upline have defined a solid process for you to follow here.

If they don’t answer back, there are some different approaches here. Some play it safe and leave the 70% that didn’t answer back, alone.

Otherwise you can follow up with a 2nd message a week later, if they don’t answer back. It’s a short message simply to see if they a) received the 1st message and b) to see if they are interested. Sometimes they don’t get the first message or see the message when they are in the middle of something and forget to answer back.

NOTE: Sending a 3rd follow-up message is not recommended! At this point, you assume a “NO” and move on.

On top of this, there are some really powerful and high leveraged online prospecting & network marketing strategies utilized by a friend of mine, Julie, which you can learn more about here.

Strategy 2  >  The ‘Mouse Trap’ Method

This process is pretty simple and depends on your personality. It involves posting your results on social media(i.e. setting the ‘mouse trap’) and waiting for people to express an interest via the comments or private message.

Additionally, to boost results, you can add a CALL TO ACTION to message you, if they want more info.

This would involve posting pictures and announcements about:

– your story

– income results

– the impact it’s made on your lifestyle.

Alternatively, If you haven’t had any real life-changing result in terms of income of you haven’t “fired your boss” jet, you can post something that has to do with a personal or customer case study with the product. This angle will help you generate more customers and a few of those customers may express an interest in the business, after they fall in love with the product.

That works really well with weight loss challenges, for example, or you can post pictures of yourself running a marathon, triathlon, or whatever, which would not have been possible without certain supplements.

Essentially, show everyone connected to you on social media a desirable change in your life, achieved in part or as a direct result of your product.

Once they express an interest, you follow whatever process you’ve been taught for closing people.

Strategy 3  >  ‘Attraction Marketing’

If “closing” people is not your thing, then there’s my favorite Internet strategy:

“Attraction Marketing”, which you can learn in detail with my friend Ferny Ceballos FREE 10-Day Online Recruiting Bootcamp available here and published an e-book on called Attraction Marketing Formula.

What is that about?

You simply don’t message strangers online templated messages like in Strategy 1.

You don’t fill your friend’s News Feeds with promotions for an opportunity or product as in Strategy 2.

You simply create a truly passive way of making sure that when you woke up each morning, you have an inbox full of notifications by hundreds of new prospects, interested in learning more about your opportunity or product or mentorship.

Or an inbox full of notifications of 5 – 10 new CUSTOMERS waiting to receive your product and excited about the possibility it holds for them.

Or tan inbox full of notifications of 5 – 10 new DISTRIBUTORS ready to get signed up (or possibly already signed up while you slept), waiting to be led in your new exciting venture.

Just about every other type of business in the world is now using proven network marketing strategies, passive online marketing & advertising methods in ADDITION to prospecting and referral based methods.

So why NOT your network marketing or direct sales business?

There is a proven way to build online and you can learn more about it here via my bootcamp.

Just like anything else in business, this will take work and study.

But ultimately, enhancing your skill set by moving you into the 21st century. Are you ready for this journey?

 

Look forward to working with you. 🙂

Manuela

Il lavoro ideale per una donna

Il miglior lavoro per una donna

Tempo fa mi è capitato di chiedermi quali sono le caratteristiche che avrei voluto trovare nel mio lavoro ideale, come donna e soprattutto come mamma.

Ne ho trovate 6 che per me farebbero davvero al differenza nello stile di vita che vorrei adottare all’interno delle mie giornate, del mio modo di pensare e del risvolto psicologico positivo che inevitabilmente avrebbe su di me.

Ve le racconto:

  1. Non dover rinunciare alla vita personale e famigliare per avere l’opportunità di fare carriera

Per me la realizzazione in campo lavorativo è una parte davvero significativa nel sentirmi appagata e soddisfatta di me stessa, ma purtroppo in molti lavori se vuoi fare carriera ed evolvere professionalmente, sai per certo che dovrai mettere da parte la tua famiglia ed il tuo essere prima di tutto una mamma.

Sai che dovrai rinunciare a seguire i progressi a scuola del tuo bimbo e la possibilità di aiutarlo con i compiti e con la sua crescita personale, sai che probabilmente sarai spesso via o tornerai tardi e ti perderai le sue partite, le sue gite, i pomeriggi con gli amichetti e i gelati al parco.

Sai che dovrai scegliere e probabilmente non avrai il supporto del tuo compagno, perché magari anche lui sarà impegnato a “portare a casa la pagnotta” oppure semplicemente non desidera avere accanto un donna manager tutta tailleur e ventiquattrore, ma gli basterebbero jeans, scarpe da ginnastica ed un bel sorriso.

 

  1. Non dover sottostare ad ordini e direttive insensate o frenetiche di qualcun altro

Spesso mi capita di pensare che i ritmi ed il metodo di lavoro che mi è stato imposto non fanno per me. Spesso non viene nemmeno considerato da parte dei nostri superiori qual è il nostro stile, il nostro tipo di persona: c’è che è motivato da obiettivi, che è spinto ad agire solo sotto minaccia e chi è spinto dalla costruttività.

Io sono una di quelle persone, sono motivata dal ciò che è positivo e risolutivo, non di certo da continue critiche e pressioni a velocizzare ed essere solo e sempre performante.

Mi  è capitato di pensare che se dipendesse da me prenderei decisioni diverse, gestirei le persone in modo diverso e sceglierei un mondo differente per me stessa e per gli altri.

 

  1. Non essere trattata in modo insolito perché sono una donna

Quando si lavora a lungo in un ambiente maschile, si ci rende conto di quanto siano ancora molto consueti alcuni tipi di discriminazioni. Non parlo solo dal punto di vista dello stipendio, dove comunque, è un dato di fatto che le donne vengano pagate meno dei loro colleghi uomini, ma parlo proprio a livello di atteggiamento degli uomini nei confronti di una collega donna.

Mi sono resa conto che o non si viene mai veramente prese in considerazione, perché siamo sensibili, emotive e lunatiche o, se vuoi giocare al loro stesso tavolo, devi snaturarti, diventare più dura e più cinica del più tosto dei manager, devi conquistarti i tuoi consensi con le unghie e con i denti, mentre basterebbe semplicemente sfruttare o, meglio, far fruttare quelle caratteristiche che ci rendono speciali:

la capacità di essere flessibili, di gestire i problemi sul momento, di entrare in empatia con gli altri…

 

Già per riuscire a trovare un lavoro che soddisfi i primi 3 requisiti risulta chiaro che dovrei mettermi in proprio, ma questo è proprio ciò che porta al prossimo punto:

 

  1. Non avere dei costi di avviamento che mettono in pericolo la mia stabilità finanziaria

Pochissime attività permettono di avere delle basse barriere d’entrata  e costi di gestione modici. Ne so qualcosa grazie alla recente esperienza del mio compagno che aveva un’attività in proprio bellissima, ma che comportava un sacco uscite:

le tasse, l’affitto, il costo dei dipendenti, i prodotti, il commercialista, la pubblicità…

Devo dire che poi con la corrente legislazione viene davvero voglia di lasciar perdere.

 

  1. Aver la possibilità di viaggiare e lavorare ovunque mi trovi

Questo per me è una delle caratteristiche più importanti del mio lavoro ideale. Odio il pensiero di poter lavorare e quindi guadagnare, solo se sono circondata da un determinato tipo di pareti, servizi e luoghi.

Trovo assurdo che nell’era dominata da internet ci si debba ancora limitare a luoghi fisici per esercitare la propria attività o quanto meno la considero decisamente un’opportunità sprecata.

 

  1. Divertirmi, appassionarmi e crescere personalmente grazie al mio lavoro

E questo è il mio desiderio finale, il sogno di tutti: vivere di ciò che amiamo e che ci appassiona.

Ci aggiungo anche la crescita personale perché sono una donna che ama le novità, ama sfidarsi e migliorarsi continuamente, sono molto curiosa di conoscere e sapere qualcosa che può arricchire e migliorare la mia vita, non voglio solo rimanere seduta alla scrivania a fare le sempre le stesse operazioni ripetute nel tempo,

penso che mi si atrofizzerebbe il cervello!

 

Dopo aver fatto questo elenco, il sapore dolce che sentivo sotto la lingua per aver permesso a me stessa di sognare così liberamente era forte e mi faceva venire l’acquolina in bocca, così ho cercato, studiato, mi sono informata e ho domandato…

e ho trovato ESATTAMENTE ciò che fa per me, ciò che mi sento cucita addosso come un abito sartoriale e, potete starne certi, combatterò per realizzare tutto questo.